operatori-banner-01

divisorio

Incidenti domestici: dalla conoscenza alla prevenzione

Formazione a Distanza, online dal 30 marzo 2016

Il corso, accreditato a livello nazionale con 6 crediti ECM, è disponibile sulla piattaforma SAEPE all’interno del programma FADVE http://fad.saepe.it/fadve/presentazione.php.
Possono partecipare gratuitamente al corso tutti gli operatori sanitari della Regione del Veneto che lavorano in Aziende Ospedaliere, ULSS e IRCCS, i Medici di Medicina Generale, i Pediatri di Libera Scelta e i Farmacisti territoriali.
Accedere è semplice. Se non si è già registrati alla piattaforma basta cliccare su “Registrati” in alto a destra, scegliere il proprio profilo e compilare in tutti i suoi campi la scheda di registrazione. Si riceveranno via email le credenziali per entrare nella piattaforma.
Una volta inserito il proprio ID e PIN, basta cliccare sul titolo del corso sugli incidenti domestici e iniziare la propria formazione.
E’ comunque disponibile un help desk via email (gestione@saepe.it) con risposta entro 24 ore lavorative nel caso si abbiano problemi.

divisorio

La prevenzione degli incidenti domestici dei bambini

I bambini rappresentano una fascia di popolazione particolarmente a rischio per incidente domestico, prima causa di morte tra 1 e 6 anni d’età.
La maggior parte di questi incidenti è però prevedibile ed evitabile attraverso l’adozione di comportamenti corretti e di misure di sicurezza adeguate da parte di coloro che dei bambini si prendono cura.
Compito dell’operatore sanitario che si rapporta con i genitori è sensibilizzarli al tema della sicurezza in casa, fornendo informazioni semplici e consigli pratici adeguati all’età del bambino.
Certamente la sicurezza e la tutela dei bambini più piccoli è responsabilità totale di chi se ne prende cura, e l’azione di sorveglianza è quella fondamentale. Man mano che i bambini crescono è necessario creare un ambiente domestico in cui possano muoversi ed esplorare in sicurezza e parallelamente è utile affrontare con loro il tema dei pericoli della casa, perché imparino ad evitarli.

Il tema della sicurezza può essere affrontato anche alla Scuola dell’Infanzia attraverso appositi strumenti ludico-didattici.

genitori-piu
download-button
bambini-opuscolo-03anni
download-button
bambini-opuscolo-36anni
download-button

 

genitori-piu
download-button

divisorio

La prevenzione degli incidenti domestici degli anziani

Il progetto “Argento Attivo” si prefigge di raggiungere gli anziani, una delle principali popolazioni a rischio di incidente domestico, attraverso i canali sanitari, sociali e del volontariato.
Le azioni pensate sono funzionali a creare un percorso di sensibilizzazione ed empowerment che aumenta le conoscenze, le competenze e le abilità atte a promuovere la sicurezza domestica dell’anziano. Infatti gli incidenti domestici hanno conseguenze più gravi in termini di mortalità e di invalidità permanente quando accadono agli anziani; l’evento più frequente è la caduta, che spesso potrebbe essere evitata attraverso modifiche, anche piccole, dei comportamenti e degli ambienti in cui l’anziano vive. Tali cambiamenti possono essere facilitati dalle persone che, a vario titolo, si occupano dell’anziano e se ne prendono cura.

Le azioni:
– Incontri con la popolazione anziana
– Percorsi formativi per i caregiver, ovvero badanti, addetti all’assistenza, operatori, familiari e volontari che si occupano di anziani o che entrano nelle loro case a vario titolo.
– Consigli dei farmacisti, al momento dell’acquisto dei farmaci, accompagnati dalla consegna di apposite shopper.

genitori-piu
download-button

 

genitori-piu
download-button
genitori-piu
download-button

 

Altri documenti scaricabili

 

Argento Attivo in Farmacia
Accordo operativo Belluno
Accordo operativo Padova
Accordo operativo Treviso
Accordo operativo Verona

divisorio

Valutare le azioni di prevenzione degli incidenti domestici

Nell’ambito del Programma di Prevenzione degli Incidenti Domestici viene dato particolare rilievo alla valutazione di processo e di risultato delle Azioni che vengono svolte. Essa infatti consente di verificare sia la reale diffusione dei materiali messi a punto nei progetti, sia la percezione di utilità da parte degli utilizzatori, sia le conoscenze e i comportamenti delle persone in relazione alla sicurezza domestica. Tale attività di valutazione, inoltre, consente di mettere a fuoco potenzialità e limiti dei singoli progetti e di riprogrammare le attività in maniera ottimale.

Di seguito sono scaricabili i risultati delle valutazioni effettuate nel 2015:

“Baby Bum! Prevenzione degli incidenti domestici nei bambini 0-3 anni” ha indagato se le brochure appositamente realizzate sono state effettivamente distribuite e se i genitori le hanno trovate utili e di facile lettura. Ha cercato, inoltre, di tracciare una “mappa del rischio” ovvero rilevare quali sono le conoscenze dei genitori sul tema degli incidenti domestici, quali i loro atteggiamenti e, soprattutto, i loro comportamenti.

“Argento Attivo in Farmacia” ha verificato la ricezione e la distribuzione delle shopper nelle farmacie delle diverse A. Ulss e il giudizio dei farmacisti coinvolti sul messaggio riportato e la percezione di utilità della distribuzione delle shopper che sensibilizzano sul tema della sicurezza in casa.

download-button
download-button